Six Feet Under

Six Feet Under
Six Feet Under

Ammetto che si tratta di una serie che tutto sommato cozza coi miei gusti “cinematografici” (horror, fantascienza, surreale, thriller, azione) ma è qualcosa che, nonostante le storie “lente”, è riuscito a prendermi… La serie narra le avventure della famiglia Fischer, la cui attività di famiglia è un’impresa funebre…

Ho amato quasi tutti i personaggi principali della serie:

  • Ruth, la matriarca… A tratti psicopatica, a tratti semplicemente bisognosa di affetto che, nonostante abbia casa piena di figli, non riesce ad avere… E la cosa la spinge a buttarsi tra le braccia di tanti uomini diversissimi tra loro, dopo aver perso il marito e padre dei suoi figli;
  • Nate, lo sfigato… Nella prima serie si trova catapultato nella città natale che aveva abbandonato, e per aiutare la famiglia inizia il lavoro (vedi “becchino”) dal quale era scappato; nella seconda serie combatte contro la MAV (malformazione arterio venosa) che rischia di ucciderlo, ma alla fine sopravvive; nella terza serie si trova marito e padre, per l’avventura di una notte… Ed è infelice perchè non è quella la donna che vorrebbe avere al suo fianco… Ma che nel finale di stagione viene trovata annegata; nella quarta serie è assalito dai sensi di colpa nei confronti della defunta moglie, finchè non riesca a dare una risposta al perchè della sua morte; e nella quinta ed ultima serie, dopo il matrimonio con Brenda (che gli ha tenuto comunque compagnia per 5 stagioni) si appresta a diventare papà… Ma poteva essere tranquillo? Anche no… Infatti se la fa con la “sorellastra” e per punizione, alla fine del tradimento, una nuova MAV lo fa andare in coma e dopo poche ore se lo porta via…
  • Claire, tossica e alcolizzata, che però alla fine riuscirà a realizzarsi nella sua carriera artistica;
  • David, gay inizialmente non dichiarato in famiglia, farà passi da gigante rivelandosi pian piano a fratelli e madre. Decisamente controllato, fin troppo, si scioglierà e imparerà ad esternare i suoi sentimenti nel corso delle 5 serie. La sua storia con Keith si interrompe per poi riprenderli e portarli alla convivenza ed all’adozione di 2 ragazzini di colore;
  • Brenda, conosciuta di Nate nel 1° episodio durante il ritorno di entrambi a casa per Natale. Lei si dice innamorata di Nate, ma questo non gli impedirà durante la seconda stagione di cornificarlo ripetutamente, perchè ninfomane. Guarirà, cercherà di rifarsi una vita, ma l’amore per Nate glielo impedirà. Fino al matrimonio, ma non basta per prenderselo definitivamente. Infatti stavolta sarà lui a tradirla, e mollarla nelle poche ore che intercorrono tra il risveglio dal coma e la dipartita.

Tanti altri i personaggi che faranno da contorno alle avventure dei sopra citati nel corso delle 5 serie, da quelli occasionali a quelli ricorrenti.

Devo dire che ogni carattere presenta, a mio avviso, un’esasperazione dei tratti… Ma nonostante ciò mi ha tenuto incollato al monitor del pc per 63 episodi e un totale di circa 50 ore… La 5° stagione l’ho vista tutta d’un botto Sabato 13 Ottobre 2012, dalle 14 all’1… Non riuscivo a staccarmi…

E un finale che mi ha lasciato con la pelle d’oca, e ogni volta che lo rivedo fa sempre lo stesso effetto…

La famiglia Fischer mi ha tenuto compagnia, e devo dire che nonostante si tratti di un telefim ormai datato (2001 – 2005) sono felice di aver orientato la mia scelta su Six Feet Under…

Ed ecco il finale che, per musica (Sia – Breathe Me) ed immagini, penso riesca a dare emozioni anche a chi non ha visto neanche un minuto di questo spettacolare telefilm:

https://www.youtube.com/watch?v=nPeThewNEAA